Guerrilla Marketing di IKEA: Ci hanno messo la gomma

Guerrilla Marketing di IKEA: Ci hanno messo la gomma

16 Ottobre 2018 0 Di Alessandro Creazzo

Nelle città vivaci e competitive, può essere difficile per le aziende distinguersi dalla massa. I metodi pubblicitari tradizionali non sono sempre così efficaci e a volte è necessario pensare fuori dagli schemi, con un pizzico di creatività per farsi notare.

È qui che entra in gioco il guerrilla marketing. Il guerrilla marketing è un approccio creativo e non convenzionale al marketing, che utilizza tattiche a basso costo per generare un’eco e creare un’impressione memorabile sui potenziali clienti. Quando Uno scenario commerciale è particolarmente competitivo, diventa l’ambiente perfetto per le aziende che vogliono sperimentare tecniche di guerrilla marketing.

Dai flash mob alla street art, sono innumerevoli i modi in cui le aziende possono sfruttare il potere del Guerrilla marketing. In questo articolo esploreremo una delle strategie di Guerrilla marketing più efficaci, come possono ancora aiutare le aziende a farsi notare in un mercato affollato e quali sono le prospettive di questo tipo di approccio al mercato.

Cos’è il Guerrilla Marketing

Se sei alla ricerca di idee di marketing nuove e sorprendenti, il guerrilla marketing potrebbe essere l’opzione giusta per te.

Ma cos’è esattamente il guerrilla marketing?

Questo tipo di strategia di comunicazione si concentra sull’uso di tecniche insolite e poco convenzionali per promuovere un prodotto o un’attività. Tra i brand più innovativi che utilizzano questo tipo di strategia di comunicazione, c’è sicuramente IKEA, che dimostra costantemente la propria creatività e originalità nella promozione dei propri prodotti.

In questo articolo ti parlerò in modo dettagliato delle strategie di guerrilla marketing e delle tattiche non convenzionali che puoi utilizzare per promuovere il tuo marchio e raggiungere un pubblico più ampio, facendoti notare per l’originalità della tua comunicazione.

Un esempio di Guerrilla Marketing di successo

Ecco un piccolo esempio di una campagna di Guerrilla Marketing, messa in atto qualche anno fa (2019) dalla nota azienda di arredi del Nord Europa IKEA.

Guerrilla Marketing IKEA
Chi non ha mai usato la famosa matita di Ikea per effettuare acquisti all’interno di un negozio?

Quando è iniziata questa campagna di Guerrilla Marketing?

Si basa proprio su questo oggetto la campagna del colosso svedese che iniziò la sua campagna di comunicazione per il lancio del nuovo catalogo 2019. Risale, infatti, già a Settembre di quell’anno la promozione Ikea, con il guerrilla marketing, per i nuovi prodotti.
Si tratta di una campagna che vuole focalizzare l’attenzione sulla estrema libertà di scelta del cliente.
Libertà nella scelta del prodotto, ma anche libertà di potere cambiare la scelta in corso di acquisto.
 
E quale migliore simbolo utilizzare se non la classica matita Ikea?
 
Si è proprio questo l’oggetto scelto ed utilizzato, che per l’occasione cambia il proprio design e rimanendo in tema, ci mette una gomma da cancellare sopra.

Come è stata pianificata la campagna?

La pianificazione è iniziata ad Agosto, con video creato per l’occasione.
Creando coinvolgimento anche con la campagna social l’azienda ha interessato anche Influencer e soci, che con gli acquisti on line hanno ricevuto anche la nuova matita.
Per capire come hanno deciso di agire congiuntamente, l’azienda e l’agenzia incaricata, vediamo quello che è stato fatto a livello outdoor.
Per rafforzare ulteriormente il focus della campagna, Ikea ha scelto la realizzazione di attività di Guerrilla Marketing nelle zone centrali di Milano.
Qui sono state allestite delle experience room in diverse aree della città.
All’interno, le matite componevano il claim su di una parete, ed i clienti potevano sfogliare già in anteprima il catalogo 2019 da schermi touch screen dedicati.
Altro elemento da ricordare nell’ambito della stessa campagna il mock – up della matita alto 1,80 m.
Al F1 Fan Festival 2018 è stata inoltre installato un altro Mock – Up, sempre della famosa matita.
Dimensioni? 5 metri, che vista l’altezza, poteva non garantire un’ottima visibilità?
Insomma un bell’esempio coerente di comunicazione e guerrilla marketing da cui prendere spunti.

Perchè il Guerrilla Marketing è una strategia vincente

Il Guerrilla Marketing può sembrare una strategia antiquata, ma sarebbe un grave errore sottovalutarla. Sebbene molte aziende preferiscano la pubblicità online a causa dei costi inferiori, il Guerrilla Marketing può ancora dare grandi risultati.

Le ragioni per cui questa strategia è vincente sono parecchie:

  • Permette di raggiungere il proprio pubblico in modo innovativo e creativo,
  • Evidenzia il prodotto o il servizio in modo originale,
  • Stimola la curiosità e l’attenzione delle persone.

Inoltre, il Guerrilla Marketing può essere molto economico o persino gratuito e, se ben fatto, può generare un buzz e una risonanza duraturi. In breve, se si vuole distinguersi dalla massa e creare un effetto sorpresa, il Guerrilla Marketing è ancora un’ottima scelta.

Se poi, ciò che si vuole, è ottenere un effetto ancora più grande, è possibile integrare il questo tipo di marketing non convenzionale con la pubblicità online, perché il successo di una campagna di Guerrilla Marketing dipende spesso dalla sua capacità di essere virale, ovvero di essere facilmente condivisa e commentata sui social network.

Sfruttando tutti gli strumenti a disposizione, quindi, si può ottenere un coinvolgimento ancora più ampio del pubblico e massimizzare l’impatto della campagna. L’importante è non limitarsi alle strategie di marketing tradizionali, ma investire anche in creatività e innovazione, per trovare nuovi modi di stupire e intrattenere il proprio pubblico.

Solo così si potrà costruire una reputazione solida ed efficace, che porterà a lungo termine i risultati sperati. Il Guerrilla Marketing, dunque, non è mai stato così attuale e importante come oggi. Un’arma vincente per le aziende che vogliono emergere e conquistare i propri clienti in modo creativo ed originale.