La scrittura per i Social Media: consigli pratici

La scrittura per i Social Media: consigli pratici

31 Marzo 2023 0 Di Alessandro Creazzo

Continuiamo la nostra esplorazione sui principi generali di scrittura sul web, dopo avere analizzato le regole fondamentali per scrivere su sito web e blog.

I Social Network sono oggi un luogo virtuale importantissimo per chi vende un prodotto od un servizio, ma ci sono delle norme e dei principi da rispettare che non vanno trascurati per evitare di essere considerati come degli improvvisati.

Ogni Social Network ha le proprie regole da rispettare e la propria “identità”, non considerare questi aspetti può rappresentare un errore grave che può incidere pesantemente sui propri investimenti in comunicazione digitale.

In questo post vedremo i principi generali di scrittura sui social network e faremo alcune considerazioni necessarie per la stesura di efficaci piano e calendario editoriale che servano da guida per le tue pubblicazioni.

L’evoluzione dei social media: come scrivere per adattarsi ai cambiamenti.

Negli ultimi anni i social media hanno subito un’evoluzione costante, divenendo sempre più sofisticati e complessi. Per questo motivo, è importante comprendere come scrivere per adattarsi a questi cambiamenti e raggiungere il pubblico.

Oggi è fondamentale utilizzare una scrittura più breve e concisa rispetto al passato, poiché la maggior parte degli utenti utilizza i social media dal proprio smartphone e preferisce contenuti più veloci e diretti.

È importante sperimentare nuove forme di contenuto, come le storie o i video, perché è più facile che questi catturino l’attenzione degli utenti in modo più efficace rispetto alle immagini e ai testi tradizionali ed Infine, bisogna tenere sempre d’occhio le nuove funzionalità e le tendenze dei social media, per adattarsi ai cambiamenti e rimanere sempre al passo con i tempi.

Come scrivere nei social media

Un aspetto importante da considerare è l’importanza dell’engagement con il pubblico. Non è sufficiente pubblicare solamente contenuti di qualità, ma è necessario anche instaurare conversazioni con gli utenti. Questo significa rispondere ai commenti e ai messaggi privati, creare sondaggi e chiedere la loro opinione sugli argomenti che si vogliono trattare.

Non sottovalutare neppure il potere degli influencer, che possono rappresentare dei veri e propri testimonial del tuo brand e contribuire ad aumentare la visibilità sui social media.

Basandosi su questi principi più generali, ci sono poi due regole fondamentali da seguire:

  • Crea una relazione di fiducia che può aumentare la fedeltà degli utenti verso il tuo brand.
  • Mantieni sempre una coerenza nel tuo stile e nella tua immagine, per costruire un’identità solida e riconoscibile.

Scrivere per i social media: le peculiarità da non sottovalutare

Scrivere per i social media non è come scrivere per un blog o un sito web. Ci sono alcune peculiarità da non sottovalutare se si vuole raggiungere il pubblico e ottenere l’engagement desiderato.

Innanzitutto, come accennato in precedenza, la brevità è fondamentale: utilizza un linguaggio semplice e diretto, evitando di utilizzare parole troppo complesse o tecniche. Inoltre, presta attenzione alla scelta di immagini e dei video, poiché l’aspetto visivo ha un ruolo fondamentale.

Ogni piattaforma ha le sue specificità, devi adattare il tuo stile di scrittura in base al social media che stai utilizzando:

La scrittura per i social media
  • Su Twitter dovrai limitare il numero di caratteri, quindi esercitarti a riassumere concetti che altrove possono essere più lunghi.
  • Instagram permette di utilizzare hashtag e taggare altri profili per aumentare la visibilità del tuo contenuto. Fare una ricerca delle parole più usate è sempre un’attività consigliabile.
  • Su Facebook, invece, puoi utilizzare un linguaggio più informale, raccontare storie per coinvolgere il pubblico ed inoltre, è possibile utilizzare funzioni come la live chat e gli eventi per interagire con il pubblico e creare una community.
  • Per quanto riguarda LinkedIn, invece, è importante utilizzare parole chiave per migliorare la visibilità del profilo e pubblicare contenuti professionali e informativi. In questo social puoi anche creare una pagina aziendale – oltre al tuo profilo professionale – in cui pubblicare aggiornamenti dal blog, oppure creare una newsletter per aggiornare costantemente chi ti segue.

In tutti i casi dovrai anche prestare attenzione alle dimensioni delle immagini, che devono essere adatte alla piattaforma.

In generale, per scrivere in qualsiasi social media – anche fra quelli che non ho elencato –  è importante essere creativi e sperimentare con diversi formati e stili, sempre mantenendo un’attenzione costante al pubblico di riferimento, alle specificità di ogni piattaforma e del tuo brand.

Blog e social media: differenze fondamentali nella scrittura

Blog e social media sono due piattaforme differenti che richiedono una scrittura adatta alle rispettive caratteristiche. Vediamo le principali.

Anzitutto partiamo dal considerare il livello di dettaglio e di specificità necessario per ognuno. Ciò che scrivi nel blog, deve avere il giusto grado di approfondimento, e deve fornire un’analisi dettagliata dell’argomento trattato. Al contrario, sui social media, il linguaggio deve essere più immediato e coinvolgente, devi essere in grado di catturare l’attenzione del pubblico in pochi secondi, cioè quelli iniziali del tuo post.

Differenza fra blog e social media

Un altro aspetto da prendere nella giusta considerazione è quello grafico. L’aspetto distintivo dei social media è l’utilizzo di immagini e video per rendere il contenuto più attraente.

Se la scrittura e l’aspetto descrittivo sono fondamentali nel blog, le immagini lo sono per i social. Gli utenti è infatti più frequente che consultino facebook, Instagram etc. dal proprio smartphone e da lì è più comodo capire un certo contenuto con una grafica, un’infografica o un’immagine.

La bravura di un social Media manager è proprio quella di saper spiegare bene un certo contenuto con poche parole e immagini esplicative. In alcuni casi può essere utile anche caricare più immagini per creare un “carosello”.

Un altro aspetto fondamentale è la lunghezza del testo: sui social media. Anche se è importante fare dei distinguo, è necessario limitare la quantità di parole utilizzate per non annoiare il pubblico.

Si tratta di un aspetto centrale sui social generalisti come facebook, twitter o Instagram, mentre su Linkedin può essere importante aggiungere un commento più lungo su un certo contenuto ri – condiviso, per spiegare il proprio punto di vista.

In ogni caso, sia per il blog che per i social media, è importante avere un’idea chiara del proprio pubblico di riferimento e scrivere in modo tale da soddisfarne le esigenze e interessi, e creare un legame di fiducia con lettori e i follower, che si sentiranno coinvolti e interessati dal nostro contenuto.

Tuttavia, non bisogna mai dimenticare che ogni piattaforma ha le proprie regole e peculiarità, e quindi è importante adattarsi di volta in volta per ottenere i migliori risultati.

Infine, un consiglio valido sia per il blog che per i social media è quello di scrivere in modo originale e creativo, in grado di distinguersi dalla massa e di creare un’eccellenza personale. In questo modo, potrai costruire un brand forte e riconoscibile, attraendo sempre più lettori e follower, per raggiungere i tuoi obiettivi di comunicazione.

Piano e calendario editoriale per i social media

Piano editoriale per i social media

Per avere un buon seguito, così come accade anche per il blog, è importante avere chiaro quali sono i tuoi lettori, quali sono i tuoi obiettivi e quale è la concorrenza con cui dovrai confrontarti.

Per questo, anche in questo caso – così come per un blog – è importante avere un piano ed un calendario editoriale, che ti fornisca una traccia di ciò che dovrai scrivere, includendo anche le tempistiche di pubblicazione.

Un piano editoriale efficace per i social media: come organizzare i contenuti

Per avere successo sui social media, non basta scrivere post brevi e accattivanti: è necessario organizzare i contenuti in modo strategico. Per fare ciò, è importante creare un piano editoriale che preveda la pubblicazione di contenuti diversificati, in grado di coinvolgere il pubblico, cercando di capire anche quale possa essere il momento migliore per la pubblicazione.

I primo passo sarà capire la tipologia di pubblico a cui rivolgerti (Readers persona), poi dovrai definire quali sono i tuoi obiettivi (creare discussioni attorno ad un argomento, spingere i lettori verso siti esterni, migliorare il proprio rapporto con l’utenza finale, etc.) e quale dovrà essere la strategia migliore per raggiungere quegli obiettivi.

Dovrai quindi decidere quale sarà il tono di voce da usare: È possibile ad esempio alternare post informativi a post divertenti, o proporre contenuti inerenti al proprio settore di attività insieme ad altri di interesse generale,

Analytics per i social media

Tenere conto degli orari in cui il pubblico è più attivo sui social è possibile attraverso la sezione insight che si trova in qualunque account. Con questa funzionalità potrai anche monitorare i risultati dell’attività, in modo da capire quali contenuti funzionano meglio, adattando di conseguenza il piano editoriale, che in questo senso non è uno strumento statico, ma dinamico.

La programmazione dei post sui social media: come pianificare un calendario editoriale

La creazione di un calendario editoriale è fondamentale per organizzare i post in modo efficace. La programmazione dei post permette di garantire una presenza costante sui social media, mantenendo un ritmo di pubblicazione regolare. Inoltre, un calendario editoriale ben strutturato consente di diversificare i contenuti, alternando le tipologie di post per non annoiare con contenuti sempre uguali.

Per pianificare un calendario editoriale efficace, è importante considerare i momenti migliori per pubblicare, tenendo conto degli orari in cui il pubblico è più attivo. Nel caso in cui tu gestisca più di un social dovrai infatti tenere conto di queste abitudini per ognuno, perché non sempre ciò che vale per facebook, ad esempio, vale anche per Instagram.

Calendario editoriale per i social media

Il monitoraggio dei risultati dell’attività è altrettanto importante, per capire quali contenuti funzionano meglio e adattare di conseguenza sia il piano che il calendario editoriale.

Una programmazione strategica dei post sui social media consente di mantenere un rapporto costante con il pubblico, aumentando l’engagement e la visibilità dell’attività online e permette di avere sempre sotto controllo ciò che gli utenti pensano del tuo brand.

Come sarà la scrittura sui social media con L’avvento dell’AI nei prossimi anni

Negli ultimi anni, la scrittura sui social media si è evoluta a un ritmo sempre più veloce, grazie all’avvento dell’AI. L’utilizzo della tecnologia dell’Intelligenza Artificiale ha permesso di creare strumenti di scrittura sempre più sofisticati e avanzati, in grado di generare contenuti adatti ai diversi tipi di pubblico e ai vari canali social.

Grazie a queste tecnologie, sarà possibile personalizzare i messaggi in base alle preferenze degli utenti, creando contenuti altamente personalizzati e coinvolgenti; Esistono già tool di AI che possono essere utilizzati per analizzare in modo più approfondito i dati sui social media e capire così quali contenuti funzionano meglio, in modo da adattare il piano editoriale in tempo reale, e con un calendario editoriale già integrato.

Nel prossimo futuro, la scrittura sui social media sarà sempre più orientata verso un’integrazione con l’AI, consentendo di creare contenuti altamente efficaci e coinvolgenti per il proprio pubblico, a patto che la revisione umana sia sempre presente, per evitare contenuti privi di personalità e senza il colore che solo una scelta umana può fare.